XXXVIII Edizione INTRA TEVERO ET ARNO

Sospesa nel  2020 per il funesto COVID 19 e, realizzata in extremis il 15 Giugno 2021 la 37 Edizioni 2021, riprende  Domenica 15 Maggio 2022 la “INTRA TEVERO et ARNO”, staffetta amatoriale giunta alla sua XXXVIII  Edizione: una manifestazione “fiore all’occhiello” della Sezione U.N.V.S., A. Pignattelli  di Arezzo , che rievoca, con lo svuotamento nei flutti dell’Arno a  Rassina, l’acqua prelevata  nel Tevere a Pieve SS, contenuta nelle borracce portate dagli Atleti a guisa di  “testimone”: un gesto semplice ma significativo per comprovare unione e solidarietà tra i Popoli, senso di appartenenza e  rispetto; limpido esempio per i giovani, di attaccamento   alle tradizioni che da oltre cinquanta anni si tramandano i Veterani Aretini.

 Il programma prevede il ritrovo alle ore 8.00 sul Sagrato della Cattedrale e dopo la beneaugurante benedizione di Mons. Alvaro BardelliSocio Onorario, partenza per PIEVE SS. da dove, alle 9.00, verrà data la partenza ufficiale dei podisti  delle squadre iscritte ;  ore 10,30 appuntamento al Cippo ai Caduti a CHIUSI DELLA VERNA per la deposizione del rituale mazzo di fiori, e  discesa veloce verso CHITIGNANO per poi raggiungere RASSINA  per le ore 12,30-13.00 e sversare sui flutti dell’Arno l’acqua tiberina contenuta nelle borracce degli Atleti.

 N. 7 sono attualmente le squadre partecipanti, di cui  due femminile, ma si possono iscriverne altre  fino al termine del 10  Maggio pv. 

La storica “Tromba” di Edo Bonucci seguirà il Gruppo con il suo epico suono.

  I podisti saranno assistiti nel percorso e controllati dai Giudici di Gara composta dai Ciclisti “Tricicli Morchia” di Rassina e dai volontari aretini  del ” C.I.S.O.M.”, (Corpo italiano di soccorso dell’ordine di Malta).

 Le iscrizioni sono state curate dagli amici della “ASD CASENTINO RUNNING” con a  capo  Marina Zoccola, Presidente, e nostra Consigliera,  che ha curato la parte sportiva con meticolosa oculatezza;

 Suggestivo il percorso che sarà toccato dalla Carovana di sportivi ed accompagnatori che, dopo aver attraversato il lussureggiante panorama delle Foreste Casentinesi, Patrimonio  universale dell’UNESCO, troveranno l’agognato ristoro, nei locali messi a disposizione dell’Organizzazione nei pressi dello Stadio Comunale: a seguire diploma e medaglia di partecipazione agli atleti.  Hanno dato l’adesione della loro presenza, importanti personaggi del mondo sportivo, dirigenziale e della Direzione Centrale della  U.N.V.S. Sede Centrale.

La Sezione Aretina Veterani Sportivi ringrazia sentitamente tutti i Comuni toccati dalla manifestazione, gli Atleti , la Soc. “Running Casentino” e quanti hanno contribuito alla realizzazione di una manifestazione che merita sempre  tanta attenzione e considerazione della Comunità e dell’ intera Provincia.
 
Carlo Benucci,
Presidente

PREMIAZONE DANIELE BENNATI 

  Accompagnato dal suo Consulente, Avv. Mauro Messeri, si è presentato DANIELE BENNATI, puntualmente alle ore 17.00 di Mercoledì 29 Dic. 2021 allo Stadio Comunale “Città di Arezzo”, rispettando  l’impegno assunto in precedenza, per ritirare la Targa assegnatagli dalla Sezione Aretina U.N.V.S.,  quale  “ATLETA EMERGENTE dell’ANNO 2021”.                 

Ad attenderli il Consiglio Direttivo,  ed il Presidente, che poco prima, avevano rimesso  a nuovo la Segreteria purtroppo, saltuariamente utilizzata, causa COVID 19, in un periodo particolarmente  contagioso per la aggressiva  variante  africana, ma sufficiente, con i loro calorosi applausi, a riscaldare l’ambiente,  all’arrivo del  Campione, e del suo Legale.                                               

Erano presenti il Delegato Coni Dott. Alberto Melis, l’Assessore allo sport Dott. Federico Scapecchi, il Presidente del Thevenin Sandro Sarri ed il 3 volte campione europeo di Kik-boxing Sokol Jakini, che ha sottoscritto la domanda di nuovo Socio, alcuni Soci ed operatori di emittenti televisive locali, per dare visibilità all’evento.

    Rapida introduzione  di Benucci che ha ricordato gli Atleti  premiati per l’Immacolata, 8 Dic.2021:  Atleta Emergente:    MANUEL VOLPI “ In terra di Campioni ha trovato terreno fertile”; Longevità: GINNASTICA PETRARCA:  “Società più longeva del territorio che non invecchia mai dando linfa vitale allo sport aretino e nazionale “ ;  Atleta dell’Anno: RICCARDO ROSSI  “Campione di sport e di vita  per la sua forza atletica e volontà interiore, indispensabili per coronare i suoi sogni “ .      Un meritato riconoscimento è  stato consegnato al Presidente Onorario MARIO CAPACCI per i suoi 50 anni di Carriera , alla  guida  dei Cavalieri Aretini.

BENNATI è stato recentemente  premiato nel natio Borgo, a Castiglion F.no  dal Sindaco Mario Agnelli, con il “San Michele d’Oro” onoreficienze che vengono riservate solo a Campioni del calibro di Fabrizio Meoni, ma DANIELE era già stato insignito dal suo Popolo con altro titolo “VEL L’ETRUSCO”, ricevuto all’inizio della sua carriera dall’Amministrazione Comunale  che curava l’Edizione del “CHIODO FISSO” diretto da Simona Buracci.

Veniamo alla nostra premiazione con BENNATI già insignito del PREMIO nel  lontano 2002 da chi guidava, all’epoca, la Sezione dei Veterani,  LUCIANO GIUNTI, primo arbitro internazionale Aretino ed oggi, dopo 4 lustri, per la brillante carriera da ciclista  DANIELE inizia quella più impegnativa ma gratificante di Commissario Tecnico  della Nazionale Ciclistica: indovinata la motivazione incisa nella Targa “Videro bene i Veterani  nel 2002, Daniele  pedalare su 2 ruote,  lo vedono meglio oggi in ammiraglia con 4 a controllare”.

    Dopo i saluti di rito ha ringraziato i Veterani non solo per il Premio ricevuto per la splendida carriera , ma apprezzando particolarmente l’ “angolo”  riservato alle foto con il Poster in azzurro. Ha parlato dei suoi successi numerosi (54 Vittorie), il più suggestivo” a  Parigi  in  volata vincente sui “Campi Elisi”  tour 2007 , ma scorriamo insieme la sua lunga e proficua carriera:

DANIELE nasce  in Arezzo (24-9-80): Ciclista a CASTIGLION FIORENTINO (AR.) conquista i primi successi  da dilettante sbaragliando il novero di  concorrenti nelle giovanili, e approda nel mondo  professionistico a 22 anni con il soprannome “Pantera” : la sua qualità lo sprint.

1999-2001 Dilettante nella GRASSI MAPEI.  2002 ACQUA E SAPONE. 2003 DOMINA VACANZE. 2004 PHONAX. 2005-2007  LAMPRE. 2008-2010 LIQUIGAS.  2011 LIQUIGASTREK. 2012 RDIO SHACK. 2013 SAXO BANK.  2014 -2016 THINKOFF.  2017-2019  MOVISTAR. DAL 2002 al 2017 NAZIONALE ITALIANA

Le sue Vittorie:

2 Giri  del Piemonte; 3 Tappe Giro d’Italia; 2 Tappe al Tour; 6 Tappe alla Vuelta in Spagna, vincendo la classifica a  punti nel 2007 ;e al Giro d’Italia 2008. Convocazione  a n.6 Mondiali- Totale Vittorie n. 54  

DAL 2021 COMMISSARIO TECNICO NAZIONALE ITALIANA

E come si è avverato il sogno per BENNATI Ciclista, profetizzato dai Veterani  Aretini nel Lontano 2002, l’augurio odierno è quello di realizzare quel successo  anche da “COMMISSARIO TECNICO della Nazionale italiana di CICLISMO”

U.N.V.S. Sez.di AREZZO                                                                   Carlo Benucci                                                                                                                                           Presidente

ATLETA DELL’ANNO 2021

8 dicembre, 2021                                ATLETA DELL’ANNO 2021
 
Tanto Buio invernale all’esterno in una giornata fredda e piovosa,  quanta luce e splendore nelle monumentali navate della  PIEVE di Arezzo nel giorno dedicato  alla Immacolata Concezione che , grazie a  Mons. ALVARO BARDELLI, il Parroco degli Aretini, ha dato ospitalità  ai Veterani della Sezione locale, per la premiazione dell’ “ATLETA dell’ANNO 2021“. Erano presenti i Vertici Apicali dell’ U.N.V.S. Nazionale  Dott. ETTORE BIAGINI, Pres. Sindaci Revisori,  Dott. Nicola Lofrese, Delegato Regionale, il Delegato CONI Provinciale Dott. ALBERTO MELIS, i Consiglieri Comunali ILARIA PUGI e SIMON PIETRO PALAZZO, con l’autorevole distintivo del suo incarico, il Consigliere di Castelfocognano WALTER  FRACASSI. Giustificate le assenze   di alcune Autorità Casentinesi per la nevicata della notte. Nel rispetto delle norme sul distanziamento COVID19, è iniziata la Cerimonia Religiosa al termine della quale il Presidente della Sezione, Carlo Benucci,  coadiuvato nella circostanza dai Componenti il C.D. e dal Campione del Mondo di Calcio, CICCIO GRAZIANI, sempre più aretino e quindi meritevole di un encomio particolare, ha iniziato la sua breve introduzione alla Cerimonia di Premiazione   elencando i 5 premi assegnati nel corrente anno: 
 
PREMIO alla CARRIERA:                                      DANIELE BENNATI        dopo la premiazione avvenuta nel lontano 2002 dall’allora Presidente Luciano Giunti,  primo arbitro internazionale aretino, lo ritroviamo oggi COMMISSARIO TECNICO di CICLISMO.
 
PREMIO ATLETA EMERGENTE:                                 MANUEL  VOLPI        Arbitro Effettivo di calcio promosso in Serie A nel 2020, ad oggi ha diretto già 15 incontri “in terra di Campioni ha trovato terreno Fertile”  
 
PREMIO LONGEVITA‘:                               GINNASTICA PETRARCA 1877, la “Società più anziana del Territorio che non invecchia mai, dando linfa vitale allo sport aretino e nazionale.”            
 
ATLETA DELL’ANNO 2021:                                            ROSSI RICCARDO,  “Campione di sport e di vita per la sua forza atletica e volontà interiore, indispensabili per coronare i suoi sogni”, la didascalia impressa nella “Targa” consegnata  quale riepilogo del diploma ,  riportato integralmente  di seguito:
 
A RICCARDO  ROSSI
  Lontano dal clamore distante dagli applausi con i riflettori spenti si puo’ essere o divenire campioni di sport o campioni di vita senza ricorrere ad espedienti esteriori e fuorvianti.  Rimanere con i piedi  in terra ascoltando tutti ma scegliendo le proprie ideologie e stile di vita: questa è la filosofia di un personaggio che ha messo a disposizione degli altri la sua saggezza e sagacia cercando di risolvere le proprie problematiche senza gravare sull’assistenza o vicinanza altrui.   Riccardo nasce nella illuminata Bibbiena e fin da giovane non ha dato importanza alla sua fisicità esteriore ma all’importanza di quanto dovrà fare in piu’ per la limitazione derivante da quella deformazione:  ecco il segreto dei suoi brillanti risultati giovanili nella atletica leggera, con attestatii per 4 anni continui.   Vive da protagonista anche il periodo adolescenziale e giovanile con il calcio, militando nell’affermata Società Sportiva locale, pratica il “Karate”, è iscritto ad una Società di “MTB” con gare periodiche  ed ottimi risultati; Società di “enduro”, di “Speleologia” tuttora in attività con il “GSF” di Firenze e proprio in Firenze trova la sua esaltazione in una disciplina sportiva agli antipodi per un Casentinese: la pallanuoto, e particolarmente quella paraolimpica, dopo la recente  vittoria della “Coppa Italia Paraolimpica”, puo’ diventare il trampolino di lancio per un Atleta cui nulla gli è precluso per la sua abnegazione la sua carica emotiva il suo granitico carattere e la  determinazione  con cui ha dato la più ampia dimostrazione di ferrea volontà per raggiungere i propri obiettivi nel recente passato, senza nulla chiedere agli altri.     Una esaltazione dei propri mezzi, nel silenzio, senza alcun clamore, nonostante la menomazione, cui non ha mai dato alcuna importanza.
 

Consegnato il riconoscimento, la giornata è proseguita con la lettura del  Diploma di Merito assegnato al Presidente Onorario MARIO CAPACCI per i suoi 50 anni di carriera di Presidente deCavalieri Aretini portando in giro, in Italia e nel Mondo il vessillo della nostra Città così redatto:   “Ha calcato la lizza con onore, conquistando 8 volte lancia d’oro, Gran Cavaliere non solo di successo, ma uomo vero e di gran valore”Una giornata da ricordare.

 
 
U.N.V.S. Sezione di Arezzo                                                         Carlo Benucci   
                                                                                                                         Presidente                                                                                                                    

XXXVII edizione Intra Tevero et Arno

Saltato il 2020 per il funesto COVID 19 che ha  bloccato tutte le attività ludico-sportive, riprende  Domenica 6 Giugno la “INTRA TEVERO et ARNO”, staffetta amatoriale giunta alla sua XXXVII  Edizione: una manifestazione “fiore all’occhiello” della Sezione U.N.V.S., A. Pignattelli  di Arezzo , che rievoca, con lo svuotamento nei flutti dell’ Arno a  Rassina, l’acqua prelevata  nel Tevere, a Pieve SS, contenuta nelle borracce portate dagli Atleti a guisa di  “testimone” : un gesto semplice ma significativo per comprovare unione e solidarietà tra i Popoli, senso di fratellanza e rispetto; limpido esempio per i giovani, di attaccamento   alle tradizioni che da oltre cinquanta anni si tramandano i Veterani Aretini.

 Il programma prevede il ritrovo alle ore 8.00 sul Sagrato della Cattedrale e dopo la beneaugurante benedizione di Mons.Alvaro Bardelli,  partenza per PIEVE SS. da dove, alle 9.00, verrà data la partenza ufficiale dei podisti  delle squadre iscritte ;  ore 10,30 appuntamento al Cippo ai Caduti a Chiusi della Verna per la deposizione del rituale mazzo di fiori, e  discesa veloce verso CHITIGNANO per poi raggiungere RASSINA  per le ore 12,30-13.00 e sversare sui flutti dell’Arno l’acqua tiberina contenuta nelle borracce degli Atleti.

Le 7 squadre partecipanti, di cui  due femminili, sono le seguenti:
1-La BACA Runners ,  2-Pfizer Team,  3-Casentino “A”,  4-Casentino “B”,   5-Pieve S.Stefano,   6-Filiteam,   7- Sezione “AIA” Arezzo
 
I podisti saranno assistiti e controllati dai Giudici di Gara composta dai Ciclisti “Tricicli Morchia” di Rassina e dai volontari aretini  del ” C.I.S.O.M.”, (Corpo italiano di soccorso dell’ordine di Malta).
 
Le iscrizioni sono state curate dagli amici della “ASD CASENTINO RUNNING” con a  capo  Marina Zoccola, Presidente, e nostra socia,  che ha curato la parte sportiva con meticolosa oculatezza; ore 10,30 appuntamento al Cippo ai Caduti a Chiusi della Verna per la deposizione del rituale mazzo di fiori, e  discesa veloce verso CHITIGNANO per raggiungere RASSINA  per le ore 12,30-13.00 e sversare sull’Arno l’acqua tiberina contenuta nelle borracce degli Atleti.
 Quest’anno il percorso è stato invertito ed all’arrivo della carovana a RASSINA, dopo aver attraversato il lussureggiante panorama delle Foreste Casentinesi, Patrimonio  universale dell’UNESCO, troveranno l’agognato ristoro, nel rispetto delle norme di distanziamento dettate dagli Organismi Sanitari, nei locali antistanti lo Stadio Comunale: a seguire diploma e medaglia di partecipazione agli atleti.  
Hanno dato la loro adesione  il  Presidente Nazionale dei Probiviri, Biagini Dott Ettore, il Delegato Regionale Nicola Dott. Lofrese, il Deleg. Coni   Melis Dott.Alberto, l’Ass.Com.le Scapecchi Dott.Federico, il Dirig.Prov. Guido Perugini; la tromba di Edo Bonucci,  alla partenza, durante ed alla fine della manifestazione ci accompagnerà con il suo epico “sonoro” cercando di far dimenticare a tutti i momenti tragici vissuti desolatamente nella recente lunga pandemia.  La Sezione Aretina Veterani Sportivi ringrazia sentitamente tutti i Comuni toccati dalla manifestazione, gli Atleti , la Soc. “Running Casentino” e quanti hanno contribuito alla realizzazione di una manifestazione che merita sempre  tanta attenzione e considerazione dell’intera Provincia.
 In extremis, conferma la Sua presenza, anche il Presidente Nazionale dei Veterani  BARDELLI Dott.ssa FRANCESCA,  che rende la Sezione Aretina orgogliosa e fiera  di avere, per questo evento, anche il numero “1” dell’ Associazione. 
 
Carlo Benucci
Presidente e addetto stampa Unvs Arezzo
 

LE GINNASTE LETIZIA E GINEVRA BINDI PREMIATE DAI VETERANI DELLO SPORT

I Veterani dello Sport festeggiano Letizia e Ginevra Bindi. Premiate come “Atleta dell’anno” la coppia di giovanissime ginnaste della ritmica. Il premio racchiude non solo i risultati sportivi agonistici di chi è agli albori dell’attività agonistica ma anche la forza, il coraggio e la determinazione di aver saputo affrontare e superare un triste episodio di salute.
Si è svolta ieri mattina nella bellissima cornice della Pieve di Santa Maria la cerimonia di consegna del premio “Atleta dell’anno”. I Veterani dello Sport hanno consegnato il riconoscimento alle giovanissime ginnaste Ginevra e Letizia Bindi della Società Giuseppe Falciai. Al termine della celebrazione della Santa Messa, officiata da Monsignor Alvaro Bardelli, è stato il campione del mondo di calcio Ciccio Graziani a consegnare il riconoscimento a Letizia e a Ginevra.
La cerimonia è stata accompagnata dalle note della tromba di Edo Bonucci e dalla armonica a bocca di Carlo Benucci. “La consegna del premio a Letizia e Ginevra” ha dichiarato il presidente della sezione aretina dei Veterani dello Sport, Carlo Benucci “è stato un momento emozionante. I Veterani  hanno voluto omaggiare le gesta agonistiche di Ginevra, che a soli nove anni, lo scorso campionato, ha vinto il titolo di campionessa italiana al corpo libero, classificandosi terza assoluta in Italia nella sua categoria. A questo merito sportivo si aggiunge la tenacia dimostrata dalla sorellina Letizia capace di superare in tempo record un problema improvviso di salute, vincendo pertanto la sua battaglia personale per la vita, per poi continuare ad allenarsi senza rinunciare allo sport. Due sorelle unite nella vita e capaci di superare il difficile periodo. Un bell’ esempio di coraggio e determinazione”.
Alla cerimonia è intervenuto anche l’assessore allo sport, Federico Scapecchi. “Una bella cerimonia” ha commentato Scapecchi “quella organizzata dalla sezione aretina dell’Unione Nazionale Veterani dello Sport  che ha conferito a Ginevra e Letizia Bindi il premio ‘Atleta dell’anno’, al termine della Santa Messa dell’Immacolata nella nostra bellissima Pieve. Don Alvaro Bardelli ha pregato per gli sportivi, auspicando che lo sport sia anche scuola di vita. Il premio a Ginevra e Letizia premia proprio due campionesse sia nello sport che nella vita. Un giusto riconoscimento a due splendide bambine che, in un 2020 difficile per molti aspetti, ha regalato loro gioie e dolori.
Grazie a Francesco Graziani che ha consegnato i premi, al Presidente Carlo Benucci e al direttivo UNVS Arezzo, a Don Alvaro per l’ospitalità, complimenti alla Ginnastica Falciai, alle piccole Gingi e Lety, a papà Alessandro e mamma Elisa”.
Per motivi legati alle restrizioni di spostamenti per l’emergenza Covid, non hanno potuto partecipare alla cerimonia, dr Ettore Biagini segretario nazionale dei Veterani dello Sport e il dr Paolo Allegretti delegato regionale che hanno comunque inviato un saluto alle atlete. Anche Valerio Vergni vicepresidente della sezione aretina dei veterani dello sport ha inviato un messaggio di saluto alle giovanissime atlete: “Avrei con molto piacere voluto partecipare alla vostra premiazione ma non sono potuto essere presente a causa delle limitazioni e restrizioni imposte dai vigenti Dpcm. Sono comunque insieme a voi con il cuore. Ho sempre avuto predilezione ed un particolare riguardo per lo sport praticato dalle donne perché oltre ad avere svolto per 30 anni la professione di ginecologo ho per una quindicina d’anni successivamente svolto anche l’attività di medico sportivo in varie società ed in molte discipline”.

XXXVI EDIZIONE della INTRA TEVERO et ARNO

Dopo il rinvio, causa decesso del Socio Fondatore Giorgio Guidelli,  si correrà DOMENICA 30 GIUGNO 2019  la XXXVI EDIZIONE della INTRA TEVERO et ARNO, staffetta non competitiva, fiore all’occhiello di questa sezione, cui prenderanno parte atleti in rappresentanza dei cinque Paesi toccati dall’evento.
 
PROGRAMMA:
 
ORE 8,00  Benedizione sul Sagrato della Cattedrale impartita da Don Alvaro Bardelli e partenza per RASSINA dove alle 8,30 verrà data la partenza ufficiale per CHITIGNANO
ore 10,30   passaggio da CHIUSI della VERNA  e deposizione mazzo fiori al Cippo ai Caduti
ore 11,30     passaggio da CAPRESE M.lo
ore 12,45    arrivo a PIEVE S.STEFANO                                                                             
ore 13, 15   PRANZO e PREMIAZIONI presso il loc.  ISTITUTO “FANFANI-CAMAITI” (E.15)  
 
Una Manifestazione unica nel suo genere che rievoca, con lo svuotamento delle borracce contenenti acqua dell’ ARNO nei flutti delTEVERE, un atto di FEDELTA’ ai Valori di Fraterna AMICIZIA e di indissolubile UNIONE tra i POPOLI. 

XXXV edizione Intra Tevero et Arno

  • Domenica 20 maggio 2018
  • Ore 8.00      benedizione degli atleti sul sagrato del Duomo di  Arezzo impartita da Don Alvaro e partenza per Rassina
  • Ore 8.30         partenza ufficiale del gruppo da Rassina
  • Ore 9.30         passaggio da Chitignano
  • Ore 10.30      passaggio da Chiusi della Verna
  • Ore 11.30       passaggio da Caprese Michelangelo
  • Ore 12.45      arrivo  a Pieve S.Stefano e svuotamento delle borracce nel fiume Tevere
  • Ore 13.30   pranzo presso l’Istituto Omnicomprensivo Fanfani-Camaiti di Pieve Santo Stefano e premiazione degli atleti

 

  • Dettagli della manifestazione QUI

Atleta dell’anno 2017

Carissimi soci dell’UNVS sezione di Arezzo,
Carissimi cittadini,
       anche quest’anno, ci siamo impegnati ad organizzare l’evento Atleta dell’anno 2017,  “fiore all’occhiello” della nostra Sezione insieme alla Intra Tevero et Arno. Oltremodo semplice la scelta in quanto la nostra terra, fertile di campioni e di gente protesa al “Volontariato”,  ha individuato i seguenti premiati:
 
Atleta dell’anno:
MATTEO MARCONCINI – Bronzo Olimpico a Rio
 
Giovane emergente
BEATRICE FIORAVANTI  – Campionessa Italiana Ginnastica Ritmica
 
Verrà consegnato Riconoscimento speciale al Presidente PAOLO PRATESI  nel 140° anniversario della “GINNASTICA PETRARCA” (società aretina più longeva).
Sarà premiato altresì Mons. ALVARO BARDELLI, il parroco degli Aretini per la continua presenza tra i Veterani
 

La concomitanza  dell’orario della nostra premiazione  con la S. Messa officiata dal Mons. Alvaro Bardelli alle ore 11,00 presso la  Pieve, ci ha costretto a revocare l’utilizzo dell’Auditorium di Via Montetini, già accordato dal Comune di Arezzo, e a trasferire  nella stessa Chiesa la Cerimonia di premiazione che avrà il seguente svolgimento:

 
ore 11:00 –  S. Messa  presso Chiesa S.M. della Pieve officiata da Don Alvaro che al termine verrà premiato unitamente agli Atleti menzionati.
 
Il pranzo, previsto per le ore 13.30, sarà servito nella  Locanda di San Pier Piccolo in  Via Bicchieraia n° 32, con il seguente menù:
 
Antipasto Toscano, Lasagne al forno, Secondo, contorno, frutta, acqua, vino, caffe  €  15,00
 
Prenotazioni entro  MARTEDI  5 DICEMBRE telefonando al Tesoriere Alda  o al Presidente Carlo Benucci 
 
Cordiali Saluti
Il presidente Carlo Benucci

Grande partecipazione alla XXXIV Intra Tevero et Arno

Si è recentemente corsa la XXXIV Edizione della “INTRA TEVERO et ARNO” staffetta podistica amatoriale organizzata dalla Sezione aretina dei Veterani dello Sport che con partenza da Arezzo ha avuto termine nel ponte romanico di Pieve S.Stefano, con lo svuotamento delle borracce portate dagli atleti e contenenti acqua del fiume Arno nei flutti del Tevere a dimostrare, simbolicamente, amicizia, unione e fratellanza fra le Genti.

Partenza ufficiosa alle ore 8,15, dal Sacrato della Cattedrale, dove Mons. Alvaro Bardelli, il Parroco degli Aretini, dopo un breve sermone, ha impartito la rituale e beneaugurante Benedizione al raggruppamento composto da numerosi arbitri della Sezione AIA di Arezzo, capitanati dall’ ex Presidente Dott. Carlo Polci (che ha partecipato anche all’ultima maratona di New York) la squadra di basket SBA, U.18, con l’accompagnatore Fabrizio Perozzi, di Volley della GRM Infissi con il V.P. Lorenzo Secchi, Veterani aretini e provinciali, con il Dott. Valerio Vergni, medico sportivo dell’ U.S. Sansepolcro e V.P. dei Veterani aretini; la magica “tromba” di EDO BONUCCI ha caratterizzato ogni sosta con le sue appropriate note; presente altresì il Delegato Coni Prof. Giorgio Cerbai che ha scortato il gruppo, preceduto dai motociclisti Mario Mazzi (deleg. Ass.Mot.) e Piero Ferruzzi (Pres. Panathlon Arezzo) fino a Rassina dove, ad attenderli erano il Sindaco Massimiliano Sestini ed il Segretario Nazionale U.N.V.S. Dott. Ettore Biagini (da oltre 20 anni presente con immutata passione ed entusiasmo all’evento, fiore all’occhiello della Sezione ) con gli altri atleti dei cinque Comuni toccati dalla manifestazione. Nella Piazza Centrale è avvenuto il concentramento per la partenza ufficiale, data alle ore 9.00, con il “ vessillo tricolore” dal Sindaco locale Massimiliano Sestini, dopo un rifocillante buffet. Di seguito l’elenco degli Atleti partecipanti alla staffetta podistica:

Rigorosamente con il n. 1 la piccola mascotte della gara , Maria Vittoria Pignattelli (4 anni, pronipote di Alberto, cui è intitolata la Sezione aretina) con il papà Jacopo. A seguire:

A.I.A. Arezzo: Cristian Gambineri, Polci Carlo, Marco Liberatori, Federico Sassoli, Vincenzo Granata, Sandro Sarri, Yuri Gallorini, Gerbasi Mario. SBA Arezzo: Acc.re Fabrizio Pierozzi, Nico Florin, M.Paolo Rossi Francesco Benassai, S.Matteo Fascetto, Elia Baracchi. GRM Infissi Volley: Lorenzo Secchi, Andrea Amatucci. RASSINA: Cristian Gambineri (Ass.re Comunale) ,Filippo Del Buono , Lorenzo Dori, Luigi Matini, Marco Matini, Marzia Agnelli, Sara Agnelli, Nadia Conti, Marina Zoccola, Antonio Zoccola. CHITIGNANO: Tatiana Bondi, Leila Tassinari, Oriana Ceccantini, Ragazzini Giacomo CAPRESE M.lo: Buraglio Valentina, Buraglio Massimo, Asia Teghini, Heminaj Flheran PIEVE S.S.: Franco Belli, Eugenio Baldassarri, Andrea Lodovini, Andrea Puleri, Carrabetta Rodolfo

Grazie agli amici Casentinesi per la intraprendenza e straordinaria organizzazione e partecipazione alla XXXIV I.T.A. , ma, particolarmente per l’impegno profuso da Marina Zoccola cui va il nostro sentito e riconoscente ringraziamento per aver allestito una vera staffetta, con 5 Atleti, che hanno percorso, senza sosta alcuna, l’intero tragitto di Km. 42.00

La carovana, scortata dai Carabinieri in tutto il percorso e seguita dal Pronto Soccorso della Misericordia di Pieve S.Stefano, si è inerpicata nei primi tornanti che salgono verso Chitignano disegnando un lungo serpentone umano variopinto nel verdeggiante panorama dei primi contrafforti appenninici; breve sosta nel turistico paese basso-casentinese e ripartenza verso il “crudo sasso” tanto caro a S.Francesco in mezzo a foreste secolari tra i due fiumi più importanti d’Italia, intrise di storia, arte, cultura e religiosità. Arrivo puntuale al “Cippo ai Caduti” di CHIUSI V., ore 10.45, dove, dopo il saluto accogliente del Sindaco Giampaolo Tellini e la Francescana benedizione di Frate Francesco-Maria è stato deposto il commemorativo mazzo di fiori ai “Caduti” sulle emozionanti note del “Silenzio” suonate dalla tromba di EDO; la carovana ha quindi iniziato la discesa verso Caprese, con velocissima sosta nell’ospitale Caserma dei Carabinieri e immediata ripartenza per Pieve S.S. Assemblamento generale sul ponte romanico con il cordiale saluto del Sindaco Albano Bragagni e del Segr. Gen. UNVS Dott. Ettore Biagini sulle patriottiche e commoventi note dell’inno di Mameli, suonate dalla tromba di Edo, è avvenuto lo svuotamento delle borracce contenenti le acque dell’ Arno e del Fiume Frigido ( acqua proveniente da Massa e contenuta nella borraccia del Segretario Nazionale ivi residente) è terminata la suggestiva e simbolica cerimonia evocante unione, amicizia, fraternità tra i Popoli.

Pranzo in un noto ristorante locale con premiazione degli Atleti con pergamena di partecipazione e medaglia ricordo di un evento che sicuramente lascerà un indelebile ricordo a tutti i presenti ma, particolarmente a coloro i quali hanno assistito per la prima volta ad una manifestazione che dovrebbe maggiormente essere valorizzata dagli organizzatori ma, prioritariamente dai Comuni attraversati.

Il Presidente

Carlo Benucci